Penthouse Brothers

Posted on 17 June 2013   WebMetropolis Site Achive
Penthouse Brothers, 8.2 out of 10 based on 5 ratings
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.2/10 (5 votes cast)

PENTHOUSE BROTHERS, il divertimento e’ servito

PENTHOUSE BROTHERS sono una delle migliori cover band in Italia. Per verificarlo, presentatevi ad uno dei loro eventi e fateci sapere! Dovunque vanno fanno in un’attimo a riempire il locale per un semplice passaparola, che scatta subito, al primo loro brano. Sono chiamati dai gestori dei locali, dagli organizzatori degli eventi in piazza (esempio “La Notte Bianca”), dagli sposi per avere un matrimonio indimenticabile, dagli organizzatori delle feste private, come compleanni, o feste officiali, come quelle aziendali. Non c’è fine all’elenco degli interessati. Chiamateli e sarà di sicuro il vostro investimento migliore!

Pagina Facebook: PENTOUSEBROTHERS

Chi sono e come nascono i Penthouse Brothers

PENTHOUSE BROTHERS

Quando e come nasce il gruppo e chi sono i suoi membri stabili, nomi e “compiti”?
I Penthouse Brothers nascono nel 2009 in seguito a una chiacchierata tra me e Marco Germani in cui si esprime la volontà di riunire i membri originali della band fondata nel lontano 1993, al fine di “omaggiare” un periodo spensierato e artisticamente formativo della nostra carriera.
Letteralmente “Fratelli Mansarda”, per indicare il luogo in cui noi, neo-maggiorenni, ci riunivamo per ascoltare musica, elemento fondamentale in una compagnia di musicofili “underground”.
Riusciamo nell’intento e organizziamo una serie di concerti nei quali, al fianco dell’abituale pubblico “Live” dei locali in cui ci esibiamo, rivediamo gli amici di allora partecipi ed entusiasti del progetto. Il feedback del pubblico è tale che in noi si rafforza la convinzione di essere sulla strada giusta.
Al termine di questo mini-tour gli altri due membri originali abbandonano il progetto (ma ad oggi si esibiscono in alcune occasioni con i Penthouse 2013 come “Guest Star”). Decidiamo quindi di coinvolgere altri musicisti. L’intento è di ampliare la Band e formare un gruppo che potesse permetterci “sonorità” moderne a 360 gradi. Per fare ciò scegliamo dei performer provenienti da generi musicali differenti e con capacità esecutive adatte al Rock, Funk, Metal, Pop, Blues e Dance.
Questa incredibile commistione di capacità personali determina l’attuale “sound” dei Penthouse Brothers.

PENTHOUSE BROTHERS

La Line up del 2013 è composta da:
Dario Sicilia: vocals & additional keyboards
Marco Germani: lead guitar
Andrea Boschini: bass
Manuela Caputo: drums & percussions
Valentina Battanello: vocals & backing
Davide Pagliano: keyboards & piano
Tiziano Antolli: additional guitar & tech support

Da dove arriva il nome? A chi vi siete ispirati o vi ispirate?
L’iconografia Rock classica (anni ’70 ’80) spesso fa riferimento alla figura sensuale femminile (musa ispiratrice), che nel logo della Band viene inserita in un triangolo, segnale di pericolo, ma anche proiezione stilizzata di una casa e simbolo di illuminazione divina. (La figura femminile insieme al nome “Penthouse”, potrebbe “vagamente” ricordare la nota rivista per adulti).
Ci ispiriamo fondamentalmente a qualsiasi band e artista di ogni epoca che sia stato importante per la nostra formazione musicale e che ci possa permettere uno studio ed una sfida a livello di arrangiamento, ensemble e sonorità. Noi siamo una cover band e di conseguenza dobbiamo percepire l’essenza dei nostri idoli, ma mai paragonarci a loro, fondamentalmente per una questione di rispetto e ammirazione.
Amiamo moltissimo anche il mondo del cinema e delle colonne sonore che, non a caso, proponiamo in un piccolo tributo ai Blues Brothers, icone perfette del concetto di Cover Band e del “suonare in giro”.

Rock classico, hard rock, funky, blues, dance by Penthouse Brothers

Voi siete una “cover band”, qual è il vostro repertorio?
Il repertorio spazia dal Rock classico all’Hard Rock, dal Funky, al Blues e alla Dance.
Abbiamo lavorato molto sull’organizzazione dei brani in medley, per offrire al pubblico una chiara suddivisione per generi ed epoche musicali. Essendo molto attenti ad adattare il nostro repertorio alle situazioni e alle differenti location, abbiamo sviluppato anche una scaletta di pezzi acustici, per proporre sonorità più tranquille, ma sempre coinvolgenti.

Qual è il vostro pubblico e dove vi invitano?
Difficile stabilire un target preciso, tendenzialmente il nostro pubblico spazia dai 20 anni in su… grazie ad un repertorio molto ampio e diversificato, riusciamo ad attirare diverse fasce d’età. In ogni caso è sempre questione di “gusto” e “situazione”, in un pub magari è meglio il rock classico, in una discoteca sono più adatti il funk e la dance, ad un matrimonio l’acustico. Noi suoniamo per chi ci commissiona la serata, perciò siamo “camaleontici” e, essendo in tanti sul palco, possiamo tranquillamente improvvisare e cambiare il sound al momento. Questo è un retaggio derivato dal Blues.
Indipendentemente dalle preferenze, il pubblico capisce quando una band suona bene e la premia riempiendo piazze e locali, informandosi attraverso il web e ripresentandosi ai live successivi. Rinnovare e ampliare continuamente il repertorio, spaziando tra i vari generi musicali, è molto importante. Poter disporre di due timbriche vocali (maschile e femminile) permette di rendere concreto tutto ciò.
Abbiamo suonato per numerosi locali ed eventi in Lomellina e Oltrepò: numerosissime Notti Bianche (Vigevano, Garlasco, Cassolnovo, Pieve Albignola, Arluno…), feste della birra, matrimoni. Ci siamo esibiti anche in una casa circondariale: esperienza di volontariato molto coinvolgente e formativa.

PENTHOUSE BROTHERS

Il ‘Marchio Penthouse’: qualita’ nella scelta dei generi, musica ed interpretazione

Cosa piace maggiormente alle persone? Cosa piace a voi?
Crediamo piaccia la nostra capacità di riadattare i brani che proponiamo, dandogli il cosiddetto “marchio-Penthouse”. Come accennato prima, la nostra versatilità ci permette inoltre di spaziare tra diversi generi musicali, non abbracciandone uno in particolare. Credo si percepisca anche l’impegno che infondiamo in questo progetto, perché la musica è un mestiere e come tale va imparato sul campo, che per noi è rappresentato dal palco. Ciò che più ci caratterizza è sicuramente l’energia che mettiamo nei live, fondamentale per creare il feeling col pubblico al fine di intrattenerlo, divertirlo, coinvolgerlo.
Altro aspetto importante è l’interazione tra i musicisti (con assoli, improvvisazioni, cambi di arrangiamento…): quanto detto in precedenza funziona solo se coadiuvato dal “muro ritmico” adeguato. Durante la performance suoniamo seguendo un copione ben preciso, ma ogni tanto se l’atmosfera ed il brano lo permettono ci lasciamo andare ad un po’ di sana improvvisazione per valorizzare ogni elemento della band.

Nella vita cosa fate? Di cosa vi occupate?
Lavoriamo in vari ambiti, ma non li riveliamo, altrimenti i fans ci verrebbero a cercare! Scherzo, non è importante ciò che facciamo nella vita, ma ciò che accade sul palco. Al pubblico interessa lo show e il nostro dovere è quello di farlo divertire e coinvolgerlo. Visto che lo facciamo con l’entusiasmo di una nuova professione direi che ci occupiamo tutti di musica!

Esistono altri gruppi come il vostro in Italia e com’è la situazione oggi? C’è la richiesta? Ci sono i locali?
Ci sono molte Cover e Tribute Band, noi vogliamo distinguerci con un prodotto moderno, che non sia il solito tributo copia dell’originale e nemmeno una Cover Band con repertorio “a caso”. Diciamo che il nostro è quasi un “tributo” al suonare live!
L’attuale crisi economica coinvolge tutti, e non risparmia il settore musicale. Di Cover Band ne esistono molte, e alcune vantano un’esperienza ventennale. Per tale motivo è fondamentale lavorare bene, essere innovatori e, alle volte, anche prendere spunto dagli altri. Il tutto va poi rielaborato e fatto proprio; il concetto di Cover è proprio questo.

Il segreto del successo di una cover band

Quali sono le regole per tenere in piedi una cover band e avere successo?
Duro lavoro in sala prove, moltissime esibizioni live, apertura a generi musicali diversi. Dal punto di vista umano sono fondamentali l’impegno reciproco nel costruire un progetto importante, la condivisione di obiettivi comuni, la fiducia e l’affiatamento nei confronti degli altri. Tutto questo spinge i singoli membri a crescere musicalmente e tecnicamente per aumentare il livello esecutivo della band. Si tratta di miglioramento, sia collettivo, sia personale.
Dove vorreste esibirvi?
Ovunque ci sia un pubblico che ci apprezzi e qualcuno che sia disposto a investire nel nostro show.

PENTHOUSE BROTHERS

“Rock Covers”, il primo CD di ‘Penthouse Brothers’

Piano di lavoro? E’ uscito il vostro primo CD, ci raccontate la scelta dei brani?
La scelta dei 6 brani del nostro primo EP è stata fatta per dare una rappresentazione “fisica” di ciò che è stato indiscutibilmente il nostro primo amore, e cioè il Rock.
In seguito proporremo un altro EP con brani blues e un altro ancora con brani funky e dance. A breve la produzione di un videoclip con video tratti dai live e foto. Ci occupiamo anche della promozione della nostra immagine, trovando nell’agenzia WebMetropolisun sostegno indispensabile al nostro progetto. Contiamo molto sul web quale potente veicolo pubblicitario, settore in cui c’è sicuramente molto da imparare!

PENTHOUSE BROTHERS

C’è un luogo dove vorreste offrire la presentazione del nuovo CD?
Il CD è un prodotto di cui andiamo molto fieri e vorremmo presentarlo ovunque se ne presenti l’opportunità. È frutto di un grande lavoro di squadra all’interno della nostra nuova casa After Life Music Dimension di Vigevano dove possiamo provare e registrare a livello professionale… in sette in mansarda non ci stavamo!

Chiamate ‘Penthouse Brothers’, divertimento e’ assicurato!

Cos’è che vi differenzia dalle altre band? Perché dovrebbero chiamare voi e non un’altra cover band?
Come sopra: qualità musicale, versatilità dei generi, particolarità nella rivisitazione dei brani, divertimento e coinvolgimento offerto nei live.
Inoltre l’adattabilità: se il locale è molto piccolo, presentiamo il nostro duo ‘’Penthouse Essentials’’ (voce + chitarra), oppure una situazione ridotta di quattro/cinque membri della band, in elettrico o in acustico a seconda dei casi. Insomma ci chiamano o perché siamo piaciuti o perché qualcuno ci ha consigliati, perché con i Penthouse Brothers il divertimento è assicurato!
Testato! Tornerete a casa felici!

PENTHOUSE BROTHERS – DIVERTIMENTO GARANTITO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

Build your career with us!

Tools and useful tips for Artists. Build your career using Social Media like a PRO. All you need to know about Facebook, Twitter, Google+, Periscope and LIVEs. All FREE! Gift included!

We respect Privacy. All your data are protected. No spam!

(Visited 1 times, 1 visits today)